Intervista ad Andrea Conti, responsabile stampa litografica di Astro

Entrato in Astro nel 2003, dal 2007 Andrea Conti gestisce il Reparto Litografia, comprendente stampa, prestampa e laboratorio grafico.

“La litografia è il mio lavoro da trent’anni. Mi sono formato come aiutante in un’impresa del torinese attiva nella produzione di articoli in banda stagnata, dove ho appreso i segreti del mestiere” – dichiara Andrea Conti – “Quando Astro mi chiamò, accettai subito la loro proposta di assunzione: ero ormai pronto per un salto di qualità e di responsabilità. Ricordo che rimasi colpito, nei colloqui di selezione, dalla profonda umanità e dalla chiarezza d’idee del sig. Luigi Strocco. Ai tempi l’azienda non era ancora la grande realtà internazionale di oggi: il suo obiettivo era farla crescere rapidamente puntando su eccellenza qualitativa, ricerca tecnologica e costante miglioramento dei processi produttivi. Tutti questi traguardi sono stati ampiamente raggiunti”.

Ci sono state significative evoluzioni della tecnica litografica nel settore delle chiusure in alluminio?        

“Il processo in sé non è cambiato molto. In Astro ci siamo concentrati sui sistemi di asciugatura e sugli inchiostri, in modo da migliorare l’efficienza e ridurre l’impatto ambientale” – risponde Andrea Conti – “Grazie all’uso di speciali lampade (High Technology Lamp), abbiamo velocizzato notevolmente la fase di asciugamento e limitato drasticamente la percentuale di solventi: il 90% in meno rispetto a prodotti e metodi tradizionali! Abbiamo anche introdotto l’uso di vernici ad acqua per la stampa in off-set, diminuendo i solventi dal 50% al 10%.

Quali, invece, le nuove prospettive?

“Il futuro prossimo è sicuramente il cosiddetto metodo “sputtering”: si tratta di un tipo di finitura metallizzata in cui la vernice, appositamente “vaporizzata” attraverso una serie di trattamenti, si deposita finemente nebulizzata sulla capsula. Il risultato è veramente eccezionale in termini di brillantezza e metallizzazione. A SIMEI 2019 abbiamo presentato in anteprima la nostra chiusura Luxury, che utilizza questo procedimento innovativo, e ha riscosso grande attenzione e commenti molto positivi tra clienti e addetti ai lavori”.

Come sono cambiate nel tempo le richieste dei clienti? 

“Oggi c’è una fortissima attenzione per la qualità di stampa. Le grafiche sono sempre più complesse e sofisticate e, in alcuni casi, replicarle su scala industriale è quasi una sfida. Fortunatamente Astro è bene attrezzata per rispondere a questa esigenza della clientela. Siamo tra i pochi, se non gli unici, ad avere un laboratorio grafico interno e a produrre internamente tutti gli impianti litografici: possiamo così controllare l’intero processo di decorazione delle capsule. Inoltre le forniture di alluminio sono le migliori del mercato e le vernici vengono prodotte su nostre specifiche”.

Al di fuori del lavoro, chi è Andrea Conti?

“Occupo una posizione di grande responsabilità, anche se mi riempie di soddisfazioni. La litografia è un po’ il cuore di Astro e non si ferma mai: lavoriamo su 3 turni 6 giorni su 7. Sono fortunato perché ho un team di persone meravigliose che collabora con me. Una volta a casa, mi piace stare in famiglia con mia moglie e i miei due figli maschi. Sono un accanito tifoso di calcio … ma non dico per quale squadra (sorride – ndr). Per rilassarmi, quando sento il bisogno di un po’ di silenzio e di tranquillità, vado a pescare. Lo trovo un ottimo modo per recuperare energie fisiche e mentali, immerso nella natura”.    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *